Kindly Angels

E’ facile confondere un angelo per Icaro? Icaro – Gemelli Diversi

Cari lettori,

Vi è mai capitato di confondere la figura dell’angelo con quello di un personaggio pagano o un mito che con il messaggio dell’angelo non hanno nessuna affinità?

Riflettete, se esiste la legenda di Icaro perchè mai dovrebbe chiamarsi “angelo?” E non sto facendo dell’ironia sul nome, vi sto portando a riflettere su qualcosa di oggettivo:

D’accordo… Un angelo, gli angeli…Hanno ali fatti di piume, di luce, a volte sono invisibili…Ma pensare che le ali di un angelo siano fatte da cera, questo no, mi è difficile crederlo (a patto che io creda negli angeli).

Vi parlo di questo dettaglio perché nel testo della canzone si parla di angeli:

 

Tutti vogliono volare,

ma quanti sono disposti

a rischiare di farsi male, cadere,

ricominciare tanti si accontentano

solo di camminare, ma tappando le ali al cuore che cosa si vive a fare?

perché senza amare siamo angeli a metà

a volte viene da pensare quello vero non esiste

ma il cielo è pieno di stelle e di certo

c’è una di quelle più belle che splende solo per me.

Ma è coperto da qualche nuvola passeggera

ormai non ho più paura e resisto in questa bufera.

Ma in tutto questo…Quanta confusione è stata fatta tra:

Uomini, Angeli, Icaro?

Se il testo non avesse citato l’angelo sarebbe stato più coerente, il messaggio del testo è chiaro, la funzione della ali pure, che bisogno c’è di parlare di angeli?

Lanciare un messaggio di speranza, appunto, non deve necessariamente provenire da un angelo, non ci deve essere necessariamente la fede di mezzo…

Se si narra la legenda di Icaro, nome della canzone, mi spiegate cosa centra la figura dell’angelo?

Sicuramente ha un senso, esprime qualcosa di positivo ma tra essere alato e angelo c’è una bella differenza almeno in termini metaforici. Un essere alato può essere un colombo, un falco, una farfalla…

Voi cosa ne pensate?

Siamo “angeli a metà”, potrebbe tradursi anche in: Siamo dei mezzi Cupido, perchè questo accanimento per la figura dell’angelo anche in contesti che poco hanno a che vedere?

Aiutatemi a comprendere! XD  🙂

Giusto per rinfrescarvi le idee qui un link per la legenda su Icaro…http://filellenica.blogspot.com/2018/01/icaro-e-il-sogno-della-liberta.html

Dedalo, padre di Icaro, architetto sublime ed inventore, sospettato di tradimento per aver aiutato, insieme ad Arianna, Teseo a fuggire da Creta, era stato a sua volta rinchiuso nel labirinto insieme al figlio.

L’antico sogno di volare, con l’ingegno di Dedalo, si avverò: perché con ali di cera, intrise di tenere piume, appositamente modellate per sé e per Icaro, insieme spiccarono il volo verso occidente.

Né troppo in basso, perché il mare non bagnasse ed appesantisse le piume; né troppo in alto, perché il caldo sole non sciogliesse la cera, Icaro doveva volare. E seguire Dedalo in direzione nord-ovest, sostenuto dal vento di Scirocco, che, caldo, porta con sé la polvere del deserto ed i profumi  d’oriente…


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: